Eventi: dettaglio

Dal 01 novembre 2016 al 31 dicembre 2017

Image

Hotel Terme Formentin, nel cuore di Abano: tutti i luoghi di interesse da raggiungere a piedi

Abano Terme è oggi una delle più famose località termali d'Europa e la più grande città termale del mondo.
Il centro cittadino è caratterizzato da un'ampia isola pedonale sulla quale sorge l’Hotel Terme Formentin e su ci si affacciano edifici antichi e moderni, giardini curati alla perfezione, negozi, locali e numerose testimonianze storico-monumentali.


 


Di seguito vi consigliamo alcuni “gioielli” da non farsi scappare, raggiungibili a piedi o con le nostre biciclette!


 


Colle del Montirone
Questo piccolo colle, un tempo ricco di sorgenti termali che sgorgavano naturalmente, fu particolarmente caro agli antichi patavini, che in epoca romana lo circondarono di ville e strutture termali. L'ingresso all'antica fonte, dove ancora fino alla seconda metà del Novecento le acque sgorgavano spontaneamente ad una temperatura di 80° C, è annunciato da un colonnato corinzio di inizio Novecento e da una colonna dorica sormontata da una coppa avvolta tra le spire di un serpente, progettata da Giuseppe Jappelli nel 1825 in occasione del passaggio dell'Imperatore Francesco I d'Austria. Nei due edifici ai lati dell'ingresso sono ospitate la Pinacoteca Civica al Montirone e la Galleria comunale d'Arte Contemporanea. Di fronte al Montirone sorge un piccolo oratorio progettato da Domenico Cerato nel 1780 e oggi sede di esposizioni.


Giardini pubblici del Kursaal e Statua di Pietro d'Abano
Tra il verde dei giardini in piena isola pedonale si trova la statua di Pietro d'Abano, uno dei più illustri cittadini aponensi. Nato nel 1257, Pietro, figlio del notaio Costanzo, soggiornò a lungo a Costantinopoli. Compì gli studi presso l'Università di Padova e divenne il più grande scienziato italiano del Trecento, nonché alchimista. Insegnò medicina, filosofia e astrologia all'Università di Parigini e dal 1306 all'Università di Padova. Profondo conoscitore delle artes greco-bizantine ed arabe, egli riteneva che un buon medico dovesse essere anche un buon astrologo ed un esperto alchimista. Questa interdisciplinarità attirò su di lui i sospetti del Tribunale dell'Inquisizione che lo accusò di negromanzia e di eresia e nel 1316 ne pose le spoglie al rogo. Autore di un importante manuale di astronomia, riteneva che le vicende umane dipendessero dagli influssi degli astri. Le sue teorie ispirarono lo splendido ciclo astrologico affrescato all'interno di Palazzo della Ragione di Padova. Altro elemento decorativo dei Giardini del Kursaal è la fontana di Arlecchino, opera di Amleto Sartori, artista di fama internazionale, cui è dedicato anche il Museo della Maschera allestito all'interno di Villa Savioli.


Parco Urbano Termale
Gioiello di architettura contemporanea, progettato da uno tra i più importanti architetti e storici dell'architettura, Paolo Portoghesi. Il vasto complesso, che si inserisce armoniosamente nel contesto urbanistico e architettonico della città termale, è concepito come unico, grande prato continuo, percorso da viottoli pavimentati e piste ciclabili, ricco di piante e alberi d'alto fusto sistemati lungo il viale principale. Ai lati si allineano gli edifici, sedi prestigiose di abitazioni e di attività commerciali e direzionali.


Viale delle Terme
Grande viale alberato e asse di animazione della città, ricco di negozi, alberghi e locali. Include la recente piazza del Sole e della Pace, detta anche Piazza della Meridiana per la splendida meridiana ideata dall'astronomo aponense Salvador Condè, e il Duomo di San Lorenzo. La Meridiana-orologio è realizzata a marmi policromi ed è una delle più grandi d'Europa (3000 mq) ed è sicuramente unica nel suo genere.


Grand Hotel Orologio
Uno degli emblemi della storia di Abano, questo edificio bellissimo fu innalzato nel XVIII secolo dai nobili Dondi dell'Orologio ed ampliato nell'800 con l'aggiunta della facciata neoclassica di Giuseppe Jappelli, che sistemò anche il vasto giardino che circonda l'albergo.


Duomo di San Lorenzo
È il principale edificio religioso del centro cittadino. La sua fondazione risale alla seconda metà del secolo X, ma la sua attuale sistemazione è del XVIII secolo ad opera dell'architetto Domenico Cerato. All'interno conserva sculture seicentesche di Tommaso Allio, la Flagellazione sull'altare maggiore è di Bartolomeo Litterini (1712) e una Via Crucis attribuita a Carlo Henrici. Lo splendido organo è un Tamburini del 1967 recentemente restaurato dalla ditta Bonato sotto la direzione del M.o Francesco Finotti. Il bel campanile risale al 1314 con la base databile intorno al X secolo.


Chiesa del Sacro Cuore
Edificio sacro di moderna concezione architettonica, rappresenta uno dei principali luoghi di culto della Città.
Edificata nella seconda metà degli anni Cinquanta su progetto dell'architetto Giulio Brunetta, conserva un bel Crocifisso, opera dell'artista Mario Pinton, un paliotto di Carlo Mandelli, due tavole a smalti policromi di Paolo De Poli e un mosaico a forma di croce greca di Bruno Saetti. L'altare e le vetrate della chiesa e del battistero sono di padre Costantino Ruggeri.


Museo Internazionale della Maschera "Amleto e Donato Sartori"
Museo unico al mondo, riunisce le prestigiose opere di Amleto Sartori e di suo figlio Donato, artisti di fama internazionale, autori di maschere per la Commedia dell'Arte e per il teatro.



Indietro

Membro di

Raccomandato da

Certificazioni

Servizi

  • thermaesport
  • fai
  • touring_club
  • thermal5colours
  • 10q
  • tango